Alberto Monetti Web Site

Focus Idv del 16 luglio 09


Scudo fiscale/ Di Pietro: Napolitano resta l’ultimo baluardo _Governo piduista preso ancora con le mani nella marmellata Roma, 16 lug. (Apcom) – “Napolitano è il nostro ultimo baluardo. Non se la prenda il capo dello Stato, non ce l’abbiamo con lui e non vogliamo rimproverarlo. Quello che rivolgiamo a lui è un disperato appello. E’ l’ultimo baluardo. Se anche lui ci viene a mancare, cosa ci rimane se non la sottomissione a questo regime piduista che il governo Berlusconi sta portando avanti?”. Parlando nell’aula della Camera, il leader dell’Idv, Antonio Di Pietro, torna ad invocare l’intervento del Colle contro i provvedimenti del Governo Berlusconi.               In particolare, il riferimento in questo caso è allo scudo fiscale contenuto nel dl manovra, un “condono” che avvalora la percezione che “in questo Paese il furbo la fa sempre franca. Si lancia il messaggio che in Italia il più furbo, il più criminale ha diritto a sviluppare la sua impresa, mentre l’onesto deve soggiacere”. Senza contare le modifiche intervenute solo in corner, che impediscono a chi ha commesso reati come falso in bilancio, bancarotta, ricoclaggio di accedere alla sanatoria: “Avete modificato questa norma solo in tarda mattinata. Ci avete provato e siete stati beccati di nuovo con le mani nella marmellata  – accusa Di Pietro rivolto ai banchi del Governo -. Si deve stare attenti con voi, non vi si può dare il dito che vi fregate tutto il braccio”.

FISCO: DI PIETRO,CON BERLUSCONI I PIU’ FURBI LA FANNO FRANCA INTERPELLANZA A GOVERNO, SMANTELLATE STRUTTURE LOTTA EVASIONE (ANSA) – ROMA, 16 LUG – ”In questo primo anno del governo  Berlusconi abbiamo assistito a una progressiva cancellazione  degli strumenti per combattere l’evasione fiscale: il governo ha  previsto l’eliminazione dell’elenco dei clienti fornitori, della  tracciabilita’ dei compensi, dell’anagrafe dei conti correnti  bancari ma, soprattutto, sta smantellando le strutture deputate  alla lotta all’evasione”. E’ l’accusa del leader dell’Italia  dei Valori, Antonio Di Pietro, che ha illustrato in Aula alla  Camera una interpellanza urgente al governo chiedendo cosa  intenda fare per garantire l’autonomia gestionale delle agenzie  fiscali. ”I governi passano – dice l’ex pm – ma, se ogni volta  si fa il gioco delle tre carte e a queste agenzie si danno  direttive diverse, non hanno piu’ un’autonomia gestionale e,  quindi, non hanno piu’ quel minimo di indipendenza funzionale  per poter fare in modo che la legge sia uguale per tutti”.     ”Chiediamo, inoltre – ha continuato Di Pietro – cosa intenda  fare il governo per il ripristino delle somme mancanti,  nell’anno 2008, ai dipendenti dell’amministrazione finanziaria”  e ”come e se intende applicare il principio della premialita’  rispetto a coloro che compiono gli accertamenti”.        Infine il presidente dell’Italia dei Valori propone di  ”stabilire una regola secondo cui tutte le imprese che si  macchiano dei reati di falso in bilancio, evasione fiscale,  mancato rispetto della sicurezza sui luoghi di lavoro, turbativa  d’asta, corruzione e quant’altro non possano accedere alle gare  pubbliche”. ”Vogliamo denunciare il fatto che, sempre piu’,  nel Paese – chiosa Di Pietro – si ha la percezione che il piu’  furbo la faccia franca sul piu’ debole e sul piu’  onesto”.(ANSA).

DL ANTICRISI: DONADI, IDV VALUTERA’ CHE ATTEGGIAMENTO TENERE = (AGI) – Roma, 16 lug. – Alla luce del nuovo calendario per l’esame del decreto anticrisi alla Camera, l’Italia dei valori valutera’ che atteggiamento tenere. E’ stato il presidente dei deputati dell’Idv Massimo Donadi a riferirlo, al termine della conferenza dei capigruppo di Montecitorio che ha deciso di rinviare da lunedi’ a martedi’ l’inizio dell’esame del dl 78 in aula.     “Palesemente 24 ore di tempo per quelli che di fatto sono tre decreti nuovi sono una finzione”, ha dichiarato. Ora, ha aggiunto, “valuteremo se tentare” di ottenere comunque qualche risultato “o fare una battaglia politica”. Di certo, ha concluso, “il giudizio complessivo e’ drasticamente negativo”. (AGI)    Sab

TERREMOTO: BELISARIO, ESTERNAZIONI BERLUSCONI INSOPPORTABILI (ANSA) – ROMA, 16 LUG – ”Ormai per fare un miracolo solo il Padreterno e’ piu’ bravo di lui, ma solo perche’ e’ piu’ anziano!”: lo afferma il presidente dei senatori dell’Italia dei Valori Felice Belisario sottolineando come ”le esternazioni di Berlusconi sulla ricostruzione in Abruzzo sono davvero insopportabili”.   ”Ricordiamo al premier – continua Belisario – che nel decreto legge del Governo ha previsto una ricostruzione che dura un quarto di secolo; altro che pochi mesi come egli continua a dire. Cosi’ come gli rammentiamo la sua intenzione di costituire un apposito fondo per la ricostruzione con lo scudo fiscale che favorisce evasione e riciclaggio di denaro sporco”.   ”Per il bene dei cittadini abruzzesi – conclude Belisario – ci auguriamo che non siano le solite promesse da marinaio e l’IdV lavorera’ per favorire una veloce ricostruzione secondo principi di trasparenza, efficienza e legalita”’. (ANSA).

SVIMEZ: BELISARIO “GOVERNO UCCIDE IL MEZZOGIORNO” ROMA (ITALPRESS) – “Il Governo sta uccidendo il Mezzogiorno”. Lo afferma in una nota il presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario, commentando il rapporto Svimez 2009. “Purtroppo, la sottrazione di risorse destinate al Sud ma utilizzate impropriamente per altro, sta impoverendo le Regioni meridionali che vedono ormai compromessa ogni forma di crescita. In questo modo – continua Belisario – il Governo sta scientificamente aumentando il divario tra aree forti (nord) e aree deboli (sud), creando problemi  a tutto il Paese”. “La questione Meridionale, eliminata la tara del clientelismo dilagante e della malavita organizzata, interessa tutti perche’ – conclude il presidente dei senatori IdV – la disperazione dei giovani del Mezzogiorno e’ una ferita che va sanata subito, favorendo nuova occupazione ed eliminando forme barbare di precariato, per evitare episodi gravi di disgregazione sociale”. (ITALPRESS).

MEZZOGIORNO: SVIMEZ; ORLANDO (IDV), GOVERNO ESASPERA CRISI (ANSA) – ROMA, 16 LUG – ”Un governo indifferente ai punti di  debolezza del sistema sociale ed economico e subalterno agli  interessi forti, un governo che ostacola la cultura della  legalita’ e del diritto, non puo’ che avere nel Sud del nostro  paese conseguenze disastrose, esasperando l’attuale situazione  di crisi”. Lo dice Leoluca Orlando, portavoce dell’Italia dei  valori, commentando il messaggio inviato dal presidente della  Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione della presentazione  del rapporto Svimez 2009, ”nel quale e’ esposta la situazione  del Mezzogiorno e il grave rallentamento della sua crescita”.    ”L’attuale maggioranza, anche utilizzando il federalismo in  modo distorto – aggiunge Orlando – mortifica il Sud dei diritti  e dei deboli, a favore del Sud dei forti e prepotenti. Cosi’ il  Mezzogiorno si impoverisce, aumentano le disuguaglianze, non  decolla lo sviluppo economico, prosperano malaffare e  corruzione”. (ANSA).

FUS: GIAMBRONE(IDV), SERVONO PIU’ RISORSE (ANSA) – ROMA, 16 LUG – Piu’ risorse per il Fondo unico per  lo spettacolo (Fus) per il 2009 ”per evitare ulteriori gravi  ripercussioni sull’economia di tutto il settore”. Lo chiede il  senatore Fabio Giambrone, vicepresidente del gruppo dell’Italia  dei Valori e membro della commissione cultura di palazzo Madama,  in una mozione  ”volta ad ottenere dal Governo l’immediata  soddisfazione degli impegni gia’ assunti con una risoluzione  approvata all’unanimita’ dalla stessa commissione”.    La mozione, spiega il senatore, ”ricorda anche l’appello che  gia’ molti artisti italiani, nella qualita’ di rappresentanti di  istituzioni culturali private e pubbliche hanno sottoscritto al  Governo affinche’ provveda celermente, anche attraverso nuove  regole di sostegno, alla ripresa ed allo sviluppo dello  spettacolo italiano. Un settore che rappresenta una risorsa  eccellente del nostro Paese e  non puo’ restare destinatario di  finanziamenti complessivi tra i meno consistenti tra tutti gli  Stati dell’Unione europea”. Alla prossima capigruppo, conclude  Giambrone, ”l’Italia dei Valori chiedera’ che la mozione venga  portata immediatamente in Aula. Siamo certi che il presidente  Schifani accogliera’ questa nostro invito’.

IDV: DE MAGISTRIS, NON MI CANDIDERO’ ALLE REGIONALI (ANSA) – ROMA, 16 LUG – ”Ho gia’ detto piu’ volte che non mi  candido per le regionali in nessuna parte d’Italia, ma sto  lavorando alacremente affinche’ l’Italia dei Valori impegni, per  questa importante scadenza istituzionale, persone che hanno  dimostrato con i fatti da che parte stare: donne ed uomini di  assoluta valenza, capacita’, onesta’ e trasparenza e che nulla  devono avere a che fare con vecchie logiche di potere”. Lo  afferma Luigi de Magistris, europarlamentare dell’Italia dei  Valori, in merito alle indiscrezioni su una sua possibile  candidatura per le prossime elezioni regionali in Campania.  (ANSA).

PENSIONI: IDV, INAUDITO CHE GOVERNO NEGHI DISCUSSIONE =(AGI) – Roma, 16 lug. – “Quello delle pensioni e’ un temaestremamente delicato e complesso sul quale sarebbe necessariaun’attenta e approfondita discussione, che il governo, ancorauna volta nega al Parlamento, dando, per altro, un calcio alpresidente della Repubblica, il quale proprio ieri ha ribaditola necessita’ di porre un termine ‘alla prassi di provvedimentieterogenei su temi che coinvolgono aspetti qualificanti dellaconvivenza civile e della coesione sociale’. Proprio il casodelle pensioni. Riteniamo inaudito che un tema di cosi’ vasteproporzioni venga inserito nel grosso contenitore che e’ ildecreto anticrisi e ancora piu’ scandaloso consideriamo ilfatto che si continui ad andare avanti a colpi di decreti evoti di fiducia”. Lo dichiara in una nota Antonio Borghesi,vice capogruppo dell’Italia dei Valori alla Camera. (AGI)

CALABRIA: MISITI, RINVIATO CONGRESSO REGIONALE IDV = (ASCA) – Catanzaro, 16 lug – ”Il congresso regionale di Italia dei Valori, previsto in un primo tempo per l’autunno 2009, e’ stato rinviato insieme a tutti gli altri congressi regionali a dopo le elezioni della prossima primavera. Cio’ comporta anche lo slittamento della nomina dei garanti nei congressi regionali. E’ confermato invece il congresso nazionale di marzo. Le scadenze per le iscrizioni al partito sono state fissate al 31 ottobre per il congresso nazionale e al 31 dicembre 2009 per quelli regionali”. Ne da’ notizia il segretario Idv della Calabria, Aurelio Misiti. ”Entro l’estate – informa Misiti – sara’ convocato il coordinamento regionale della Calabria, d’intesa con gli uffici nazionali Organizzazione ed Enti locali, per assumere le conseguenti iniziative a livello locale. Intanto, la segreteria regionale ringrazia per il proficuo lavoro svolto gli onorevoli Rota e Messina, che hanno seguito e che speriamo seguiranno ancora con lo stesso impegno il partito a livello calabrese”. red/mpd/bra

Annunci

19 luglio 2009 - Posted by | 1 | , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: