Alberto Monetti Web Site

Focud idv del 27 luglio 09


AFGHANISTAN: DI PIETRO, CONTRARI A NUOVA FASE DELLA MISSIONE (ANSA) – ROMA, 27 LUG –  ”Meglio tardi che mai”. Cosi’ il  leader dell’Idv Antonio Di Pietro risponde alle polemiche  innescate dai ministri leghisti di rivedere gli obiettivi della  missione italiana in Afghanistan.     ”Siamo contrari al passaggio da una fase di difesa della  popolazione – prosegue – ad una fase di guerra guerreggiata e  pertanto abbiamo convocato i gruppi dell’Idv alla Camera e al  Senato per dare una risposta univoca sulla missione”.    ”Noi dell’Idv – rilancia l’ex pm – siamo da sempre contrari  alle guerre” soprattutto quando ”le buone intenzioni si sono  infrante”.        Se c’e’ in corso una guerra, pero’, ”non si puo’ andare li’  con i garofani, ma armati di tutto dente”, conclude Di Pietro  facendo una sorta di crasi tra ‘armati di tutto punto’ e ‘armati  fino ai denti’. (ANSA).

AFGHANISTAN: DI PIETRO, SIAMO LI’ PER RECUPERO FACCIA LEADER = (AGI) – Roma, 27 lug. – “La verita’ e’ che abbiamo un leader debole in un momento storico dove si stanno ridisegnando gli equilibri internazionali e che, pur di entrare nella stanza dei bottoni, e’ disposto a mettere sul piatto la pelle dei nostri soldati per una manciata di sabbia e la scusa del ‘rispetto dei patti'”. Ecco la missione militare in Afghanistan vista da Antonio Di Pietro che, dal suo blog, garantisce: “Non lasceremo soli del consenso politico i nostri ragazzi in missione in Afghanistan, questo e’ certo. Non mi piace pero’ pensarli come forze di guerra e non di pace”.     Il leader Idv parla di “guerra in Afghanistan” come di “una bufala bushiana” e rileva che “ci costa 28 milioni di euro al giorno, ai quali si aggiungono, dopo l’approvazione di nuovi stanziamenti, altri 147 milioni per il 2009”, il tutto mentre “le social card sono scoperte, requisiamo i conti dormienti di emigrati all’estero e defunti, facciamo il condono ai mafiosi e agli evasori pur di raccattare gli spiccioli e non finire alla canna del gas, ma il governo pontifica guerre nel deserto”.     “Non sono pacifista a tutti i costi, ma sono convinto che la pace in Afghanistan non la si potra’ raggiunge incrementando ed incentivando l’azione militare”, spiega ancora Di Pietro domandando se “siamo li’ solo per recuperare la faccia di Silvio Berlusconi, che dopo i suoi porno-party, pur di sedere al tavolo dei big ha dovuto lasciare sul piatto la contropartita Afghanistan?”. (AGI)   

SUD: DI PIETRO, SOLDI SPERPERATI PER AIUTARE I ‘FURBETTI’ (ANSA) – ROMA, 27 LUG –  ”Condividiamo preoccupazioni di  tutti quelli che chiedono attenzione per i problemi del Sud, ma  non guardiamo ad altri partiti perche’ su questi temi l’Idv si  batte da sempre”. Lo dice il leader dell’Italia dei Valori  Antonio Di Pietro, inserendosi nella polemica, interna alla  maggioranza, sulle politiche per il Sud e sulla formazioni di un  Partito per il Sud.    ”Come al solito questo governo fa i contenitori con le  sigle, ma di contenuti neanche l’ombra. Nel frattempo – conclude  Di Pietro – i fondi per il sud sono stati sperperati per aiutare  i ‘furbetti del quartierino’ e oggi sono spariti”.(ANSA).   

CRISI: DL; DI PIETRO, LOGICA DEI CONDONI LEGITTIMA FURBASTRI (ANSA) – ROMA, 27 LUG – ”L’eterno ritorno alla logica dei  condoni favorisce e legittima il furbastro di turno che ruba sul  Fisco”. E’ uno dei motivi che il leader dell’Idv Antonio Di  Pietro indica per contestare il decreto anti-crisi che domani  verra’ votato alla Camera.     L’altra ragione, secondo Di Pietro, riguarda il sistema dei  controlli ”che vieta alla Corte dei Conti di fare accertamenti  su quei pubblici funzionari che sperperano denaro pubblico e a  volte se lo fregano pure”.    ”Abbiamo presentato una sfilza di odg – conclude – ma il  Governo se ne frega totalmente tant’e’ che non c’e’ nessuno ad  ascoltarli”.(ANSA).

NAPOLITANO. PER DI PIETRO GOVERNO SNOBBA LE ‘RACCOMANDAZIONI’ (DIRE) Roma, 27 lug. – Al governo e alla maggioranza di centrodestra non interessano ordini del giorno e raccomandazioni: “E’ un po’ il contentino del giorno dopo- dice Antonio Di Pietro, leader dell’IdV interpellato a Montecitorio-  come quando ricevuta la letterina del capo dello Stato sulla legge per la sicurezza, hanno detto che ne tenevano conto… Si e’ visto, ne hanno tenuto cosi’ conto che l’altro giorno c’e’ stato lo scontro tra opposte fazioni che, in nome delle guardie armate in difesa dei cittadini, si sono fatti male tra di loro”. 

MAFIA: DI PIETRO, ISTITUZIONI RISPONDANO NEL MERITO =  (ASCA) – Roma, 27 lug – ”Invece di continuare a criticare l’Italia dei Valori, come fa anche oggi l’onorevole Franceschini, ci aspettiamo che le istituzioni rispondano nel merito rispetto a fatti drammatici e delicati che devono essere chiariti. Mi riferisco ai possibili rapporti di politici e funzionari di Stato con esponenti della mafia, di cui si sta occupando la magistratura. Il mio collega de Magistris ha posto oggi un problema serio riguardo al ruolo del ministero degli Interni all’epoca diretto dall’attuale vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura, Nicola Mancino. Aspettiamo serenamente l’esito del lavoro dei magistrati. Ci auguriamo che la politica non interferisca ne’ tenti di fermare le indagini e auspichiamo che l’onorevole Mancino, per il quale nutriamo rispetto, risponda nelle sedi opportune nel merito, piuttosto che affidarsi a improvvisati difensori d’ufficio come l’onorevole Franceschini”. Lo afferma in una nota Antonio Di Pietro, leader dell’Italia dei Valori.

SICUREZZA: BELISARIO, SCONTRI RONDE FOMENTATI DA GOVERNO = (AGI) – Roma, 27 lug. – ‘Il capolavoro del Governo di affidare prerogative tipiche delle forze dell’ordine a comuni cittadini non preparati e privi di professionalita’ ha generato i primi risultati: violenti scontri che ricordano tanto il clima politico degli anni ’70. Inquietante, inoltre, che un gruppo di estrema destra usi come acronimo ‘sss’, che ricorda cosi’ da vicino il nazismo’. E’ il commento del Presidente del Gruppo Italia dei Valori al Senato, Felice Belisario sugli incidenti di ieri a Massa fra i dimostranti del Carc e i militanti di destra. ‘Il Governo – prosegue Belisario – blocchi immediatamente questo provvedimento, restituisca piuttosto le risorse che ha tolto in Finanziaria alle Forze dell’Ordine e realizzi nell’immediato politiche serie volte alla prevenzione e repressione dei reati e alla certezza della pena. Solo cosi’ – conclude Belisario – sara’ possibile sbarrare le porte all’estremismo e alla violenza di qualsiasi segno politico’.

NAPOLITANO: DE MAGISTRIS, IDV NON SI FARA’ INTIMIDIRE (ANSA) – ROMA, 27 LUG – ”Quando in gioco c’e’ la  salvaguardia della Costituzione, andremo avanti per la nostra  strada e non ci faremo intimidire da nessuno, neanche dal  presidente della Repubblica”. Lo afferma l’europarlamentare  dell’Idv Luigi De Magistris durante la sua intervista al  programma web ‘Klauscondicio’.    ”Noi pensiamo che la politica debba avere una svolta  complessiva – aggiunge – e la svolta deve essere una difesa  senza ‘se’ e senza ‘ma’ della Costituzione repubblicana. Credo  che l’IDV sia stata in prima linea per la difesa della  Costituzione rispetto ad altri. Siamo molto perplessi su alcuni  passaggi che ci sono stati in questi anni e mi riferisco anche a  questioni che hanno riguardato l’indipendenza della  magistratura, mi riferisco al lodo Alfano, mi riferisco alla  legge sulla sicurezza, la legge sull’immigrazione che noi  abbiamo portato in Europa (ecco perche’ l’Europa e’ importante)  per farne comprendere la deriva xenofoba”.     ”Queste leggi – conclude – sono state firmate dal presidente  della Repubblica, non sono state rimandate indietro, non ci sono  stati sostanzialmente messaggi e poi, ripeto, mi preoccupa  quello che sta avvenendo riguardo all’indipendenza e  all’autonomia della magistratura”.(ANSA).       

MAFIA: DE MAGISTRIS, INQUIETANTE AMBIGUITA’MANCINO,CSM CAMBI (ANSA) – ROMA, 27 LUG – ”Trovo che l’atteggiamento di  Mancino in merito a una delle pagine piu’ buie della storia  della Repubblica sia stato inquietante. Il suo atteggiamento e’  molto ambiguo”. Lo dichiara Luigi De Magistris, eurodeputato  dell’Idv, intervistato a Klauscondicio su You Tube.    ”Leggo che persone delle istituzioni ritrovano la memoria su  certi fatti dopo 17 anni, mi sembra un fatto inaccettabile se  sono vere le indiscrezioni apparse sulla stampa. La’ c’e’  qualcosa di molto torbido – aggiunge – non sono omicidi di  mafia, ma politici nel vero senso del termine, cioe’ dovevano  avere un effetto politico”. Secondo l’ex magistrato, infatti:  ”E’ impensabile che si possa attribuire questi omicidi solo a  Riina e Provenzano”.     ”Ma c’e’ molto altro – aggiunge De Magistris – ed e’  qualcosa che sta segnando ancora oggi il nostro Paese, cioe’ la  penetrazione della mafia nelle istituzioni. In questo ambito si  inserisce il discorso della cosiddetta trattativa”.    ”Un vicepresidente del Csm – continua – deve chiarire in  modo piu’ efficace quello che e’ accaduto in quelle ore, un vice  presidente che ha contribuito a fermare inchieste molto  importanti proprio nella direzione dei rapporti tra mafia e  politica e che lascia interdetto per il suo ricordare a giorni  alterni”.    ”A Mancino – conclude l’eurodeputato – dobbiamo la scrittura  di alcune tra le pagine piu’ buie della storia del Csm. Mi  auguro che quanto prima il CSM venga rinnovato. Francamente ho  poca fiducia.. Parlo da cittadino e ribadisco: non ho alcuna  fiducia”.(ANSA).       BSA        

MAFIA: DE MAGISTRIS, MICCICHE’? PERSONA INFORMATA SUI FATTI PARTITO DEL SUD E’ UNA SEMPLICE ALCHIMIA DELLA VECCHIA POLITICA (ANSA) – ROMA, 27 LUG – ”Micciche’ dice che la mafia al sud  e’ marginale? Evidentemente e’ una persona informata sui  fatti…”. Lo afferma l’eurodeputato dell’Idv Luigi De  Magistris intervenendo al programma web ‘Klauscodicio’    ”Insomma, dalle mie indagini – prosegue parlando dei  rapporti tra mafia e politica – ho appurato quanto sia alto  invece il livello di penetrazione del malaffare nella politica a  sud, ma non solo”.    De Magistris boccia quindi l’idea del ‘Partito del Sud’ che  si sta affermando nel centrodestra: ”Del partito del sud –  avverte l’ex Pm – do un giudizio negativo. E’ una pallida  imitazione della Lega, un tentativo di scimmiottamento di quello  che e’ stato un successo oggettivo al nord. Ma, mentre la Lega  e’ nata con una forte base sociale, questa e’ una semplice  alchimia messa a punto per conservare poltrone, realizzata dalla  vecchia politica. Si risolvera’ in un’ammucchiata nella quale  probabilmente confluiranno esponenti del centro destra e del  centro sinistra, comunque molto lontani da noi”.    E alla domanda su cosa pensi di coloro che sostengono che la  mafia possa essere il substrato di certi movimenti politici al  sud, De Magistris risponde: ”Non escludo nulla. Anche se non ho  elementi, ci sono importanti indagini della magistratura e  sarebbe prematuro dare giudizi. Del resto, anche il modo in cui  le mie indagini sono state compiute, dimostra come sia difficile  fare luce su certe cose. Ora sara’ bene vigilare affinche’ cio’  che e’ accaduto a me non si ripeta”.(ANSA).       

UE:PE;DE MAGISTRIS,EURODEPUTATI FURBETTI?ITALIANI PRIMA FILA NOSTRO PAESE AI PRIMI POSTI PER TRUFFE GESTIONE FONDI EUROPEI (ANSA) – ROMA, 27 LUG – L’Italia e’ ai primi posti per le  truffe che riguarderebbero anche la gestione dei fondi del  Parlamento di Bruxelles. A denunciarlo e’ l’eurodeputato  dell’Idv e presidente della Commissione di Controllo del  Bilancio della Ue, Luigi De Magistris, intervenendo alla  trasmissione ‘Klauscodicio’ su ‘youtube’.    ”I vincoli dettati per la gestione economica delle  commissioni sono molto rigidi – racconta l’ex Pm – anche perche’  l’UE ha scoperto che negli ultimi anni c’erano parlamentari  furbetti, con gli italiani ovviamente in prima fila, che, invece  di usare i soldi delle commissioni per le attivita’ di loro  pertinenza, intascavano somme di denaro”.     Parlando dei compiti della commissione che sta presiedendo,  De Magistris ricorda che questa ”potra’ intervenire anche nei  confronti di finanziamenti che sono gia’ stati erogati, quindi  anche retroattivamente”. ”Abbiamo la facolta’ di farlo –  conferma – e annuncio che andremo a verificare immediatamente  come siano stati impiegati i fondi europei contenuti nei bilanci  del Parlamento e se ci siano stati trasparenza e rispetto della  legalita’, non solo in Italia, ma in tutta Europa”.    Sul triste primato dell’Italia sul fronte delle truffe, De  Magistris spiega di non poter anticipare nulla ”per ovvi motivi  di riservatezza”. ”Posso solo dire – avverte – che le  verifiche verranno fatte a 360 gradi e che, ovviamente, l’Italia  sara’ coinvolta in questo controllo perche’ purtroppo il nostro  Paese, come e’ ben noto, detiene un livello molto alto di truffe  perpetrate ai danni dell’Ue. La mia presidenza vuole  rappresentare un segnale molto forte della necessita’ di  cambiare”.     Ma se le indagini saranno severe, ci saranno anche  riconoscimenti per le regioni piu’ virtuose: ”Verranno  valorizzate quelle che hanno fatto un buon uso dei fondi  europei. Ritengo giusto che si dia atto all’Italia anche per  quanto di positivo ha fatto finora”.    ”Tranne alcuni parlamentari che hanno lavorato bene –  sottolinea De Magistris – le delegazioni italiane passate non  hanno certo brillato per la loro attivita’ in seno all’UE. Ora  le cose sono nettamente migliorate. Alcune iniziative congiunte  come la lotta alle mafie hanno mobilitato non solo parlamentari  dell’IDV, ma anche esponenti del Pd e sono state molto  apprezzate in Europa”.(ANSA).   

PALERMO: ALFANO (IDV), RAID A SCUOLA ‘FALCONE’ SEGNALE DA NON SOTTOVALUTARE = Palermo, 27 lug. (Adnkronos) – “Un segnale inquietante che non  va affatto sottovalutato perche’ chi colpisce una scuola come la  ‘Giovanni Falcone’ vuole in verita’ colpire la speranza di cambiamento di un territorio, la sua voglia di futuro”. Lo afferma l’eurodeputato  dell’IdV Sonia Alfano, che aggiunge: “Mi auguro che le Istituzioni  reagiscano concretamente e visibilmente per far capire a chi non  apprezza il prezioso lavoro svolto dagli operatori e dagli insegnanti  della Falcone che indietro non si torna”.        Alfanoconclude augurandosi che “autori e mandanti di tali atti  vengano presto individuati ed assicurati alla giustizia”. Due  settimane fa, lo scorso 13 luglio, ignoti avevano fatto irruzione nei  locali dell’istituto comprensivo “Giovanni Falcone”, allo Zen di  Palermo, dando fuoco fuoco ad alcune suppellettili accatastate in tre  aule e danneggiando anche gli infissi. “Adesso -sottolinea Alfano-  quelli che sembrano non essere semplici vandali hanno alzato il tiro e devastato la palestra e rubato gli attrezzi”.  

MEZZOGIORNO, MESSINA (IDV): VINCOLARE SOMME E CREARE NUOVA CLASSE DIRIGENTE (9Colonne) Roma, 27 lug – “Il Sud è stanco di belle parole. Le promesse provenienti dal governo lasciano il tempo che trovano, sarebbe necessario, invece, iniziare ad agire, ma non dando al Mezzogiorno i fondi provenienti da mafia e camorra, ripuliti attraverso lo scudo fiscale, così come l’esecutivo intenderebbe fare. Per far risollevare una zona nella realtà dimenticata e di fatto abbandonata dall’attuale governo, è indispensabile, inoltre, non ripetere gli errori del passato. Noi diciamo sì a risorse per il Mezzogiorno, ma no ad affidarle a chi in passato ha solo sperperato. Suggeriamo, dunque, di vincolare le somme e creare una nuova classe dirigente”. Lo dichiara Ignazio Messina, capogruppo Idv in Commissione finanze alla Camera. (Roc)       

ALITALIA, FORMISANO (IDV): GOVERNO SALVI ATITECH E 700 POSTI DI LAVORO (9Colonne) Roma, 27 lug – “Esprimiamo la nostra solidarietà e il nostro pieno appoggio ai lavoratori della Atitech per la delicata situazione in cui si trova l’azienda. L’Italia dei valori ha già incontrato due volte i lavoratori e continuerà a sostenere le loro battaglia affinché il governo mantenga gli impegni presi con la società che oggi rischia di chiudere. Ci attiveremo perché l’esecutivo intervenga celermente per salvaguardare il posto di lavoro di 700 persone”. Lo afferma Aniello Formisano, deputato Idv.

CLIMA, BRUTTI (IDV): BENE OBAMA, SENZA COOPERAZIONE USA-CINA SFIDA NON SI VINCE (9Colonne) Roma, 27 lug – “A nessun osservatore può sfuggire la straordinaria importanza che riveste la cooperazione fra due super potenze economiche mondiali come Cina e Usa. L’apertura di oggi da parte del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, nei confronti di Pechino, è un fatto assolutamente positivo. Senza la collaborazione fra Usa e Cina, infatti, la sfida della trasformazione energetica e quella del cambiamento climatico non possono essere affrontate e vinte”. Lo afferma in una nota Paolo Brutti, responsabile del Dipartimento ambiente, territorio e infrastrutture dell’Italia dei valori. “L’insistenza di Obama nell’indicare la strada delle energie rinnovabili e del superamento della dipendenza dal petrolio, che deve essere intrapresa da entrambe le super potenze, in Italia sembra una prospettiva lunare. Il governo Berlusconi, infatti, ha preferito l’opzione del nucleare: una scelta vecchia, costosa, inutile e pericolosa. Nessun Paese europeo si avvia in questa direzione: anche la Francia, con il piano Sarkozy, ha deciso per l’investimento nell’energia solare, mentre il nostro Esecutivo, dalla stessa Francia, si è impegnato ad acquistare una tecnologia nucleare obsoleta”. (Ro

Annunci

27 luglio 2009 - Posted by | 1 | , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: