Alberto Monetti Web Site

Focus idv del 24 luglio 09


DL ANTICRISI: DI PIETRO, SPERO CAPO STATO NON SIA INDIFFERENTE = (AGI) – Roma, 24 lug. – “Quando hai davanti professionisti della truffa e sei onesto non puoi sederti al tavolo da gioco perche’ sarai fregato. Mi sto rivolgendo al Capo dello Stato perche’ questa maggioranza ha gia’ fatto capire che delle regole della democrazia e del Parlamento, se ne frega altamente”. Nuovo ‘appello’ di Antonio Di Pietro al Colle, stavolta per la fiducia che si vota oggi alla Camera sul maxiemendamento al dl anticrisi.     “Pensare di fermare un manipolo di incoscienti in un’aula parlamentare oggi – prosegue dal suo blog il leader Idv – significa mancare di senso politico e della realta’. Se la decisione dipendesse dalla maggioranza, il Parlamento sarebbe sciolto domani, sostituito da un collegio di servi al servizio del Re”.     “Appellarsi al Capo dello Stato – ribadisce – significa tentare l’ultima chance per fermare lo sciagurato operato di questo manipolo, nella speranza, ovviamente, che il Capo dello Stato non resti indifferente”.     Di Pietro liquida la misura all’esame di Montecitorio come “il condono per mafia, camorra e famiglie straricche d’Italia che hanno evaso miliardi e miliardi depositandoli tra Svizzera, Kaiman e Lussemburgo”. E per chi si richiama al modello Usa dicendo che “anche Obama lo ha fatto” la rispsta e’ un secco “la manovra di Obama e’ un ‘ultimatum’, quella di Berlusconi e’ la truffa di chi da una parte deve incassare qualche spicciolo perche’ le casse dello Stato sono alla canna del gas, dall’altra deve far rientrare soldi sporchi”. (AGI)    Bal 241542 LUG 09

CRISI: DL; IDV, NO A TESTO CHE INGRASSA ITALIA GRASSA (ANSA) – ROMA, 24 LUG – ”Oggi noi abbiamo due Italie: da una  parte quella che lavora e soffre, e dall’altra parte quella  grassa e che si ingrassa a spese della prima”. Lo ha detto  nell’Aula della Camera Renato Cambursano dell’Idv nella  dichiarazione di voto sulla fiducia posta al dl anticrisi  annunciando il no dei dipietristi.     ”Questo decreto ingrassa l’Italia grassa – spiega – con lo  scudo fiscale e con lo scandalo delle sanatorie. Non voteremo  mai questo testo, e non voteremo questa fiducia”. (ANSA).

CDM:DI PIETRO,EVERSIVO DENUNCIARE QUESTIONE O SILENZI GOVERNO? = (AGI) – Roma, 24 lug – “L’Italia dei Valori continua a chiedere a gran voce al Governo di sciogliere il Comune di Fondi per infiltrazioni mafiose. Lo abbiamo chiesto con diverse interrogazioni, ma dall’Esecutivo l’unica risposta e’ stata il silenzio. La situazione di Fondi e’ gravissima, segnata da un immobilismo che mette a rischio la sicurezza dei cittadini: il 6 luglio sono state arrestate 17 persone, tra le quali molti esponenti dell’amministrazione municipale, e il Prefetto ha chiesto, in piu’ occasioni e nelle sedi preposte, l’immediato scioglimento del Comune. Con la mafia non si scherza, ne’ si puo’ convivere e, per questo, l’Italia dei Valori, che ha nel suo dna il contrasto alla malavita, chiede con tutte le forze l’attenzione delle istituzioni al problema. Noi siamo una forza democratica, talmente democratica che su una questione cosi’ importante e dirimente non accettiamo il silenzio delle istituzioni ne’ le censure. E’ piu’ eversivo denunciare la questione o il silenzio del Governo e i suoi mancati provvedimenti sui comprovati rapporti del Comune di Fondi con le organizzazioni criminali? Noi stiamo dalla parte dei cittadini, a difesa degli onesti, perche’ il silenzio rischia di diventare connivenza. Il senatore Pedica ha portato oggi la testimonianza delle nostre battaglie per la democrazia in una realta’ dimenticata, su cui da tanti mesi e’ calato il silenzio delle istituzioni e dell’informazione”. Lo afferma Antonio Di Pietro, leader dell’Italia dei Valori, commentando il blitz del senatore Pedica durante la conferenza del Ministro Gelmini.(AGI)

GOVERNO: PEDICA (IDV) INTERROMPE CONFERENZA STAMPA GELMINI (ANSA) – ROMA, 24 LUG – Interrotta la conferenza stampa del  ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, al termine del  cdm a Palazzo Chigi. Stefano Pedica, senatore  dell’Idv, si e’ presentato in sala stampa chiedendo spiegazioni  al ministro sul mancato  scioglimento del comune di Fondi, in  provincia di Latina, per infiltrazioni  mafiose.    La Gelmini ha tentato di riprendere la conferenza ma, dopo un ulteriore interruzione, ha abbandonato la sala stampa. Pedica ha citato ”una relazione di  500 cartelle” del prefetto competente, sottolineando come ”vi  siano collusioni tra la criminalita’ organizzata e funzionari  comunali anche eletti”.     Il ministro dell’Interno, secondo Pedica, ”quattro mesi si  e’ dichiarato d’accordo sullo scioglimento” del consiglio  comunale di Fondi, ” ma per quattro mesi il consiglio dei  ministri non e’ mai intervenuto. Io chiedo – ha aggiunto-  perche’ non e’ stato sciolto nonostante vi siano stati 17  arresti”.  ”E’ una cosa vergognosa – ha proseguito – evidentemente c’e’  qualcuno che non vuole sciogliere il comune e che vuole tutelare persone colluse con la ‘ndrangheta”.    La Gelmini ha lasciato parlare il senatore dell’Idv, in  attesa di riprendere la conferenza. Nuovamente incalzata da  Pedica che gli chiedeva quale fosse la sua posizione sul mancato scioglimento, il ministro ha detto: ”Il presidente del  consiglio e il ministro Maroni hanno ritenuto necessario un  ulteriore approfondimento” prima di pronunciarsi sullo  scioglimento.    Pedica non ha desistito e ha chiesto al ministro di  esprimersi personalmente, ”cosa che faro’ per tutti i  ministri”. Dura le replica della Gelmini: ”Esprimero’ il mio  parere in consiglio dei ministri- ha detto – Lei non e’ ne’ un  pubblico ministero ne’ un magistrato, ma un semplice  parlamentare. Non sono tenuta a rispondere”.     La conferenza e’ stata cosi’ trasferita presso la sala verde  di Palazzo Chigi, mentre il senatore dell’Italia dei Valori ha  ”occupato” la sala stampa, dove sono state spente le luci.  ”Ci oscurano – ha detto Pedica – ci tolgono la voce in  Parlamento e in televisione. Noi siamo come in Iran, dobbiamo  parlare anche se oscurati, dobbiamo fare come Moussavi”

CDM: PEDICA (IDV), DA FUNZIONARI P.CHIGI VIOLAZIONE DIRITTI UMANI =  (ASCA) – Roma, 24 lug -”Il ministro dell’Interno non mi ha ancora dato una risposta sullo scioglimento del comune di Fondi. Continuo l’occupazione della sala stampa di Palazzo Chigi nonostante i funzionari abbiano spento le luci e l’aria condizionata e chiuso i bagni impedendone l’accesso a me e ai miei collaboratori. Considero questa una violazione dei diritti umani. Un atto vergognoso”. Lo scrive Stefano Pedica (Idv) in una nota.     Per il senatore, intervenuto stamane alla conferenza stampa del governo per sapere se il comune di Fondi fosse o meno stato commissariato, ”le due righe di chiusura del comunicato stampa del consiglio dei ministri di oggi, probabilmente aggiunte dopo la mia protesta, in cui viene sottolineato che la decisione verra’ presa al prossimo Cdm, lascia del tutto insoddisfatto me e l’Italia dei Valori, visto che il ministro Maroni ha in mano tutti gli elementi fin dal febbraio scorso. Siamo gia’ in ritardo. I cittadini onesti di Fondi pero’ stiano tranquilli. Al prossimo Cdm saro’ di nuovo in prima fila a chiedere conto. Vengo tacciato di squadrismo e la stessa ministra Gelmini mi ha accusato di non essere democratico. Io mi chiedo se sia piu’ democratico protestare o tenere in piedi un comune amministrato da mafiosi. La lotta alla criminalita’ organizzata per me non ha colore politico, evidentemente per il nostro governo si”’.

GOVERNO-IDV: PEDICA, LASCIO P.CHIGI MA TORNO A PROSSIMO CDM (ANSA) – 24 LUGLIO – Dopo oltre quattro ore, Stefano Pedica,  senatore dell’Idv, lascia la sala stampa di palazzo Chigi che  aveva ‘occupato’ in segno di protesta contro il mancato  scioglimento da parte del Consiglio dei ministri, del Consiglio  comunale di Fondi, in provincia di Latina, per infiltrazione  mafiosa.    ”Le due righe in fondo al comunicato di Palazzo Chigi –  afferma Pedica – in mancanza di altre risposte, non mi  soddisfano, ma lo considero un impegno. Lascio la sala stampa  per rispetto dei lavoratori non per altri motivi. Ma al prossimo  Consiglio dei ministri – sottolinea – saro’ di nuovo a Palazzo  Chigi a chiedere se questo governo ha finalmente fatto il suo  dovere”.    ”Quanto successo oggi e’ vergognoso. Non dovremmo mai essere  costretti a gesti del genere se chi ci governa facesse il  proprio dovere. Invece evidentemente – conclude Pedica – ci sono  poteri forti che tengono in scacco l’esecutivo e gli impediscono  di agire per la legalita”’.(ANSA).

GOVERNO. BELISARIO: VERGOGNA, IGNORANO COSA SIA DEMOCRAZIA (DIRE) Roma, 24 lug. – “Governo e maggioranza si scatenano contro il senatore Pedica reo, a loro parere, di aver mancato di rispetto alla democrazia. Questi signori ignorano cosa sia la democrazia”. Cosi’ il presidente dei senatori dell’Idv, Felice Belisario, che aggiunge: “Mentre si apprestano a portare a casa l’ennesimo provvedimento, il dl anticrisi, in violazione dei piu’ elementari principi della Costituzione, e con l’ennesimo voto di fiducia, cercano di distogliere l’attenzione sulle loro manchevolezze attaccando chi invece si occupa dei problemi reali del territorio come il senatore Pedica”.     Per Belisario “il governo deve vergognarsi: esistono faldoni interi che testimoniano delle implicazioni mafiose nel comune di Fondi e il ministro Maroni ne e’ a conoscenza da mesi. Nel confermare la mia piena solidarieta’ e forte sostegno al senatore Pedica e ai suoi collaboratori, a cui e’ stato addirittura impedito di andare in bagno, chiedo anch’io ad alta voce, che il comune di Fondi sia immediatamente commissariato”.

MAFIA: DE MAGISTRIS, EVERSIVO CHIEDERE SCIOGLIMENTO COMUNE INFILTRATO? =  (ASCA) – Roma, 24 lug – ”Sentire esponenti, noti e meno noti, della maggioranza di Governo utilizzare sostantivi come squadrismo, eversione, escalation di arroganza e’ inaccettabile. Squadrista, eversore, arrogante sarebbe quella forza politica che si batte da tempo, come appunto l’Italia dei Valori, per lo scioglimento di un comune dalla comprovata infiltrazione mafiosa? Sarebbe quella forza politica che chiede al ministro dell’Interno Maroni e al Consiglio dei ministri, che solo ne ha facolta’, di procedere allo scioglimento dell’amministrazione di Fondi, dando seguito a quanto richiesto dallo stesso Prefetto, Bruno Frattasi?”.     A chiederselo e’ l’eurodeputato dell’Italia dei Valori, Luigi de Magistris, il quale aggiunge: ”L’antimafia non puo’ e non deve essere un mantra vuoto, un’attivita’ di sola denuncia a parole, incapace di azioni politiche conseguenti. Sul terreno di queste azioni, infatti, si gioca la credibilita’ dello Stato davanti ai cittadini e alle cittadine oneste, il rispetto della memoria delle vittime della mafia, il senso della stessa democrazia”.

Governo/ Pardi (Idv): Pedica ha fatto bene, esecutivo si vergogni _Su Fondi Maroni non ha il coraggio di sfidare la sua maggioranza Roma, 24 lug. (Apcom) – “Tenere in piedi un’amministrazione comunale collusa con la mafia è un’operazione di cui il nostro governo deve vergognarsi. Bene ha fatto il senatore Pedica a sollevare il caso”. Per il senatore dell’Italia dei Valori, Pancho Pardi, “se per dire ai cittadini come stanno le cose si è costretti a gesti eclatanti, questi ben vengano”.     “Il ministro Maroni – aggiunge l’esponente Idv – parla tanto di successi nella lotta alla mafia ma non ha il coraggio di sfidare la sua maggioranza su un fatto palese: a Fondi la gestione della cosa pubblica è nelle mani della criminalità organizzata e il governo, che ne è a conoscenza da tempo, anche oggi non ha fatto nulla”.

CDM-IDV: EVANGELISTI, NESSUNO VUOL PARLARE DI COMUNE FONDI (ANSA) – ROMA, 24 LUG – ”Si continua a criticare l’azione di  disturbo della conferenza stampa da parte del senatore Pedica,  senza fare riferimento alla vergognosa situazione in cui si  trova il comune di Fondi”. Lo afferma Fabio Evangelisti, vice  capogruppo dell’Idv alla Camera.    Il governo, aggiunge, ”continua a non fare nulla per ridare  ai cittadini di questo comune il diritto ad avere  un’amministrazione che non sia collusa con la mafia. Purtroppo  noi dell’Italia dei Valori siano spesso soli a condurre queste  battaglie e per essere ascoltati siamo costretti a compiere  gesti eclatanti. Dunque, ben vengano queste iniziative se  possono aiutare a concentrare l’attenzione mediatica su questi  temi”.(ANSA).

IDV, ZAZZERA: SOSTEGNO A BATTAGLIA LEGALITA’ DI PEDICA (9Colonne) Roma, 24 lug – “Esprimo tutta la mia solidarietà e il mio sostegno per la battaglia di legalità che sta portando avanti il senatore Pedica”. Lo afferma Pierfelice Zazzera, deputato dell’Italia dei valori. “Anche noi – spiega Zazzera – in Puglia siamo sotto tiro proprio perché stiamo centrando l’attenzione sulla questione morale nella sanità pugliese. Ieri ho infatti ricevuto un sms di minacce sul mio cellulare, sul quale, ora, sta indagando la magistratura. L’Italia dei valori – conclude – continuerà la sua battaglia contro la corruzione del sistema politico”. (Roc)

NAPOLITANO: BELISARIO (IDV), MAI VOLGARI SOLO GIUDIZI DIVERSI = (AGI) – Bari, 24 lug.- “A D’Alema rispondo che ognun dal proprio l’altrui pensier misura. L’Italia dei valori non e’ volgare mai, esprime dei giudizi diversi, non sempre sono coincidenti con quelli del Capo dello Stato, nei cui confronti va il nostro rispetto, sappiamo che e’ punto di riferimento per il Paese ma non tutto quello che fa il Presidente Napolitano ha sempre la nostra approvazione”. Lo ha dichiarato il capogruppo al Senato dell’Italia dei Valori, Felice Belisario, a proposito delle polemiche sulle ultime vicende politiche nazionali. “Ma questo – ha aggiunto – lo diciamo esercitando un potere di critica politica civile che nessuno puo’ impedirci”.(AGI)

SANITA’: ORLANDO, ACCERTARE RESPONSABILITA’ IN MOLISE E CAMPANIA =  (ASCA) – Roma, 24 lug – ”Il commissariamento della sanita’ di Molise e Campania, gia’ preannunciato dal viceministro Fazio in occasione dell’audizione di martedi’ scorso presso la Commissione di inchiesta sugli errori sanitari e disavanzi regionali, conferma le criticita’ dei sistemi sanitari delle due regioni. Esso deve consentire l’avvio di un tragitto che consenta la regolarizzazione dei bilanci sanitari, con l’individuazione degli sprechi e insieme delle eventuali responsabilita”’.     Lo ha detto il presidente della Commissione, Leoluca Orlando (IdV), il quale aggiunge: ”L’applicazione della normativa in materia e’ finalizzata a garantire il rispetto del diritto alla salute dei cittadini e a trovare percorsi virtuosi di rientro dai deficit, come positivamente avvenuto, ad esempio, nel caso della regione Liguria”.

DL ANTICRISI: IDV IN AULA CON MASCHERINA A LUTTO PER TAGLI FUS = (AGI) – Roma, 24 lug. – “I deputati dell’Italia dei Valori hanno partecipato al voto in Aula con una mascherina listata a lutto sul petto che rappresenta la morte della cultura e dello spettacolo in Italia. Le mascherine sono state consegnate ai deputati dell’Italia dei Valori da una folta delegazione di artisti, attori, musicisti ed esponenti della cultura e dello spettacolo che hanno voluto essere oggi presenti a Montecitorio per denunciare i tagli al settore voluti dal governo. Denuncia che l’Italia dei Valori fa propria”. Lo riferisce in una nota l’ufficio stampa della Camera dell’Italia dei Valori. (AGI)

Fus, Giambrone (Idv): Vicino a lavoratori per suo reintegro Roma, 24 LUG (Velino) – “L’Italia dei valori e’ vicina ai lavoratori che stanno manifestando in piazza Montecitorio per protestare contro il mancato reintegro del Fondo Unico per lo Spettacolo”, Lo afferma Fabio Giambrone, vicepresidente del gruppo Idv al Senato e componente della commissione Istruzione e Beni culturali, il quale ricorda che “i finanziamenti alla cultura italiana sono tornati ormai al livello degli anni ’80. Malgrado le tante promesse, ancora nulla e’ stato deciso dal governo – sottolinea Giambrone –  comunque come Italia dei valori abbiamo ottenuto che nei prossimi giorni si discuta in aula, a Palazzo Madama, una nostra mozione con la quale chiediamo maggiori risorse per il Fus. Ci auguriamo che anche altre forze politiche si associno a questa richiesta, impegnando il governo a dare risposte immediate e concrete per consentire di raggiungere un livello di investimenti pubblici nello spettacolo almeno pari a quello degli altri Paesi europei”. (com/gat)

BERLUSCONI: INTERROGAZIONE IDV SU TOMBE FENICIE A VILLA CERTOSA = Roma, 24 lug. (Adnkronos) – “Il ministro per i Beni culturali e’ a conoscenza del fatto che nella villa La Certosa, la residenza sulla  costa sarda di proprieta’ del presidente del Consiglio Berlusconi,  sono state ritrovate una trentina di tombe fenicie? E se ne e’ a  conoscenza, da quanto tempo lo sa?”. Queste ed altre domande sono  state rivolte sia al ministro della Cultura sia al capo del governo  con un’interrogazione firmata dal vicepresidente del gruppo Idv del  Senato Fabio Giambrone e dal senatore Giuseppe Caforio, componente del Copasir. Nell’interrogazione, i due senatori Idv sottolineano come un  ritrovamento del genere ”non risulterebbe essere mai stato notificato ne’ alla competente Sovrintendenza per i Beni archeologici ne’ al  Nucleo per la tutela del patrimonio artistico e culturale dell’Arma  dei Carabinieri”, come invece prescrive l’art. 90 del Codice dei beni culturali (D.L.vo del 22/01/04 n.42). Pertanto, considerato anche che su ”Villa La Certosa” per  motivi di sicurezza e’ stato apposto il segreto di Stato il 6 maggio  2004, gli interroganti vorrebbero sapere se il ritrovamento delle  tombe fenicie sia avvenuto dopo tale data e, qualora cosi’ fosse, ”se il Presidente del Consiglio abbia tempestivamente informato il  ministro dei Beni e delle attivita’ culturali e, in caso di risposta  affermativa, se il ministro abbia a sua volta tempestivamente  informato le competenti autorita’ amministrative”.   

Annunci

25 luglio 2009 - Posted by | 1 | , , , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: