Alberto Monetti Web Site

Focus IdV del 13 luglio 09


IDV: DOMANI A PIAZZA NAVONA PER LIBERTA’ INFORMAZIONE IN RETE = (AGI) – Roma, 13 lug – “Il futuro della Rete italiana, ultimo baluardo della liberta’ d’informazione, e’ in serio pericolo. Per questo, l’Italia dei Valori aderisce convintamente all’iniziativa promossa da ‘Diritto alla Rete’ contro il ddl Alfano, che si terra’ domani, 14 luglio 2009, in piazza Navona dalle ore 19.00. “Non bastava il controllo assoluto dell’informazione radiotelevisiva. Ora, il Governo tenta di imbavagliare anche internet, reprimendo l’ultimo prezioso spazio di democrazia. Il colpo di mano sta avvenendo attraverso il famigerato e incostituzionale ddl Alfano che, oltre a bloccare il lavoro della magistratura, imbriglia e censura la liberta’ di opinione e di accesso alle informazioni. Noi dell’IdV non ci stiamo e, fermamente, ci opponiamo a quest’ennesima censura”. Lo afferma in una nota il Leader dell’IdV, Antonio Di Pietro.(AGI)    

NAPOLITANO: DI PIETRO, DIALOGO IMPOSSIBILE CON BERLUSCONI (ANSA) – ROMA, 13 LUG – Antonio Di Pietro, presidente  dell’Italia dei valori, torna a spiegare sul proprio sito, i  lmotivo per cui ha ”dovuto declinare l’invito del capo dello  stato” per un confronto politico ”pacato e civile”.    Di Pietro, che respinge anche l’accusa di essere un ”anti  italiano” per le critiche al governo durante il G8, sostiene  che ”un dibattito politico pacato e civile e’ auspicabile dove  puo’ esserci quantomeno un confronto”.     ”Quale confronto – domanda retoricamente Di Pietro – puo’  esserci con un governo che ha fatto continuamente ricorso alla  fiducia per forzare le leggi in parlamento?”. Di Pietro critica  poi il rifiuto di Berlusconi di riferire al parlamento sui  ”suoi comportamenti”, la scelta per il nucleare che  favorirebbe ”lobby economiche”, il fatto di essersi coperto  ”di ridicolo e di scandali come un clown, per giunta  ricattabile”, e altro ancora.    ”Mi rammarica, presidente Napolitano, essere l’unico a pormi  questi interrogativi – conclude Di Pietro – in un contesto dove  la democrazia italiana appare un organismo perfettamente sano,  ma completamente infestato da parassiti che ne debilitano  lentamente, ma incessantemente, la sua salute”.(ANSA).       COM-GRZ

PD: DI PIETRO, GRILLO IRRISO? SUO PROGRAMMA UNICO SERIO (ANSA) – ROMA, 13 LUG – ”Vedo che molti nel Pd fanno a gara  per irridere la candidatura di Grillo a segretario di quel  partito, eppure il suo e’ l’unico programma esposto, molto piu’  articolato delle idee che finora abbiamo sentito dagli altri  candidati”. Lo afferma Antonio Di Pietro, presidente  dell’Italia dei Valori .    ”Il Parlamento pulito, la legge sul conflitto d’interessi,  l’acqua pubblica, il no al nucleare e lo sviluppo delle fonti  energetiche rinnovabili, il massimo di due legislature  per i  parlamentari, wi-fi gratuito, l’informazione libera, con il  ritiro delle concessioni televisive di Stato ad ogni soggetto  politico: sono tutti punti – dice – che l’IdV sta portando  avanti da tempo e che, per questo, condivide. Insomma, un  programma serio, concreto e che, forse, proprio per questo porta  i soloni della politica a irriderlo”.

CRISI:DL;DI PIETRO(IDV),SCUDO CRIMINALE E TUTELA DELINQUENTI (ANSA) – ROMA, 13 LUG – ”Lo scudo fiscale e’ una legge  criminale fatta apposta per tutelare e sviluppare le attivita’  criminose dei delinquenti”. Lo dice il leader dell’Italia dei  Valori Antonio Di Pietro, commentando il nuovo scudo fiscale  presente nel decreto anticrisi.     I criminali secondo l’ex pm saranno agevolati da questo  provvedimento visto che bastera’ loro ”pagare una tangente allo  Stato pari al 5%” per poter reinvestire sul territorio  nazionale il denaro ”in attivita’ lecite”    ”A questo punto – aggiunge – affidiamo lo Stato a Toto’  Riina, facciamo prima e spendiamo di meno”.(ANSA).    (ANSA)

MAFIA: DI PIETRO A CSM,TRASFERIRE CANALI SAREBBE PAGINA BUIA     (ANSA) – ROMA, 13 LUG – Antonio Di Pietro, presidente  dell’Idv, chiede al Consiglio superiore della magistratura di  non accogliere la ”richiesta di trasferimento volontario  avanzata dal dottor Olindo Canali, dal 1992 in servizio presso  la procura di Barcellona Pozzo di Gotto”.    ”Una richiesta, quella del dottor Canali, che se fosse  accolta dal Consiglio – spiega Di Pietro – comporterebbe  l’azzeramento di quel procedimento di incompatibilita’  ambientale e funzionale che riguarda sempre lo stesso dottor  Canali, indagato dalla procura di Reggio Calabria per falsa  testimonianza e favoreggiamento del capomafia barcellonese  Giuseppe Gullotti”.    Di Pietro si augura quindi ”che il Csm impedisca che venga  scritta una pagina buia nella storia della giustizia. Lo  chiediamo – sostiene Di Pietro – in nome di Beppe Alfano, di  Adolfo Parmaliana e di tutte le vittime di mafia”.

PD: BELISARIO (IDV), LE PROVOCAZIONI CI RAFFORZANO = (AGI) – Roma, 13 lug. – ‘Certe provocazioni ci lasciano totalmente indifferenti, anzi, ci rafforzano’. Lo dichiara Felice Belisario, capogruppo dell’IdV a Palazzo Madama. ‘L’Italia dei Valori e’ vista come il nemico numero uno da questo Governo delle impunita’ che vorrebbe continuare ad oltranza a fare i propri comodi con leggi ‘ad personam’ e provvedimenti antidemocratici e incostituzionali’. ‘L’IdV ritiene che il Partito Democratico, indipendentemente da chi lo guidera’, debba fare chiarezza prima di tutto al suo interno. Capezzone si occupi delle faccende private del premier e dell’ inefficienza del Governo che non riesce a risolvere i problemi del Paese . Del centro sinistra ci occupiamo noi – conclude Belisario – incalzando i candidati alla segreteria del Pd a rendere noto il loro programma e a stabilire in anticipo le alleanze’. (AGI)

CONSOB: BORGHESI (IDV), GIUSTO ALLARME CARDIA SU PMI (ANSA) – ROMA, 13 LUG – Antonio Borghesi, vice capogruppo  dell’Idv alla Camera, dichiara di condividere ”la forte  preoccupazione espressa oggi dal presidente della Consob sul  rischio di asfissia finanziaria per le piccole e medie  imprese”.    Di fronte alle ”giuste osservazioni del presidente Cardia”  non su comprende, per Borghesi, ”come il governo non abbia  capito che l’unica vera strada per le piccole e medie imprese e’  quella della ricapitalizzazione”.    Borghesi annuncia quindi la presentazione di un emendamento  del suo partito al decreto legge anticrisi ”con il quale  chiediamo che vengano detassati gli utili trasferiti a capitale  sociale”. ”Cio’ equivarrebbe – spiega Borghesi – ad una  ricapitalizzazione pari al doppio di quella che e’ possibile  fare attualmente”. Inoltre, ”le imprese sarebbero facilitate  nell’accesso al credito ed il rischio asfissia sarebbe  scongiurato”. (ANSA).

FISCO. LANNUTTI (IDV): NO A ‘SCUDO’, È NUOVO CONDONO PER EVASORI (DIRE) Roma, 13 lug. – “Tremonti predica bene, ma razzola male. Non si sono ancora spenti i riflettori sul G8 che rispunta la vera anima del ministro dell’Economia il quale, smentendo clamorosamente gli impegni presi per combattere la crisi finanziaria mondiale fondati su principi di etica e di trasparenza, ha predisposto il terzo scudo fiscale per condonare i capitali esportati illecitamente nei paradisi fiscali”. E’ quanto dice il senatore dell’Italia dei valori, Elio Lannutti, capogruppo in commissione Finanze a Palazzo Madama.    “Un ulteriore schiaffo- sottolinea- in faccia ai tanti lavoratori e pensionati a reddito fisso che pagano le tasse alla fonte e non hanno alcuna possibilita’ di evadere il fisco. Il  nuovo colpo di spugna sarebbe una vergogna in quanto servirebbe solo a salvare bancarottieri e falsificatori contabili, cosi’ come fece lo stesso Tremonti con il secondo scudo fiscale, volto a ripulire i capitali frutto di evasione, contrabbando, traffici di armi e droga e altre illegalita’ varie”.    Per questi motivi, conclude Lannutti, “l’Italia dei valori sosterra’ una dura battaglia, in parlamento e nel Paese, per evitare che i soliti furbetti del quartierino, sempre a braccetto con  un governo che condona le bancarotte e il falso in bilancio e che rinvia la class action alle calende greche per non disturbare il manovratore”.

IDV: TOSCANA; PER VINCERE REGIONALI PUNTARE SU SVILUPPO (ANSA) – FIRENZE, 13 LUG – ”Per vincere alle elezioni  regionali, ormai dietro l’angolo, la strada giusta e’ puntare  sullo sviluppo economico della Toscana, superando i campanilismi  amministrativi che impediscono alle maggiori citta’ della  regione di fare sinergia tra loro”. Lo ha detto il coordinatore  toscano dell’Italia dei Valori Giuliano Fedeli, durante la  riunione del direttivo regionale del partito oggi a Firenze.    All’incontro hanno preso parte, oltre ai dirigenti locali e  agli eletti nelle consultazioni amministrative di giugno, anche  due parlamentari IdV: il responsabile enti locali Ignazio  Messina e quello per l’organizzazione Ivan Rota. ”Per  riguadagnare la posizione economica che gli compete, cioe’ un  posto di primo piano nel mercato globale – ha aggiunto Fedeli –  occorre che in Toscana i maggiori centri di produzione culturale  ed economica si mettano finalmente a lavorare in sinergia tra  loro, sfruttando ognuno le sue eccellenze territoriali, senza  continuare ad essere, com’ e’ accaduto finora, l’un contro  l’altro armati. Rafforzare questa visione sara’ il nostro  obiettivo in vista delle imminenti elezioni regionali”.     Fedeli ha quindi evocato, come obiettivo dell’Italia dei  Valori, ”mantenere e consolidare l’ottimo risultato realizzato  in Toscana nelle appena passate consultazioni europee, comunali  e provinciali, che ha visto IdV raccogliere in media ben il 7%  del consenso regionale”. (ANSA).

Annunci

14 luglio 2009 - Posted by | 1 | , ,

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: